0.00 (0 voti)

Qualche giorno fa ho deciso di impastare avendo a disposizione pochissime ore e ho improvvisato questa focaccia veloce ad alta idratazione (70%) con farina di farro.
Ci sono volute solo quattro ore in totale per impasto, due lievitazioni e cottura, e soprattutto non ho usato quintali di lievito. 

Numero di persone: 1
0.00 (0 voti)

Ora vanno di moda i lievitati con altissime idratazioni, ma se vi è mai capitato di impastare d'estate sapete bene che è più complicato gestire correttamente questo tipo di impasto quando fa caldo. In questo periodo,  se non mi va di complicarmi la vita, preparo questa schiacciata con pomodoro e cipolla a idratazione media. È molto facile e veloce e in quanto a sapore non ha nulla da invidiare alle focacce super idratate.

Numero di persone: 1
focaccia ai fichi
0.00 (0 voti)

Stamattina ho visto che c'era qualche fico maturo sull'albero e mi è venuta l'idea di fare una focaccia veloce. Con queste quantità di lievito e con le temperature di questa stagione (in casa ho 25°) ci vogliono circa 6/7 ore in totale. Le dosi sono per due teglie tonde da 24 cm.

Numero di persone: 8
Tempo: 7 h
Numero di pezzi: 2
0.00 (0 voti)

Quando mia nonna preparava il pane nel forno di pietra, una struttura comune usata da diverse famiglie, usava l'ultimo calore rimasto per infornare delle mele avvolte nei ritagli della pasta del pane, che poi una volta cotte venivano mangiate dai bambini a merenda o a colazione. Dopo una serata passata a cucinare al barbecue per gli amici, mi sono sempre chiesta come evitare anche io di sprecare l'ultimo calore rimasto, e ho deciso di sperimentare questi panini dolci. Si possono infornare prima di chiudere il bbq: la mattina saranno soffici e pronti per essere cosparsi di zucchero a velo e mangiati a colazione!

Numero di persone: 8
Numero di pezzi: 8
0.00 (0 voti)

In giardino ho due bei cespugli di timo che se ne sono sempre stati in pace, completamente ignorati da me e minacciati solo dai vicini ed enormi cespugli di rosmarino che stanno fagocitando con prepotenza tutte le altre piante della siepe. 
Purtroppo per loro, dopo un periodo di avversione in cui ero convinta che il timo mi facesse assolutamente schifo, ho scoperto che invece mi piace tanto e lo sto usando ovunque.
In questa ricetta l'ho messo dentro l'impasto della focaccia insieme alla scorza di limone. La focaccia è venuta profumatissima, alta, morbida e con la crosta croccantina. Il limone e il timo le danno un aroma molto fresco e si fondono completamente nell'impasto, così che quando si mangia non si sentono fastidiosi pezzettini sotto i denti.

Numero di persone: 1
0.00 (0 voti)

Dopo il mustazzeddu sardo ho provato a preparare un'altra focaccia ripiena che mi piace tantissimo, stavolta però dolce e tipica della tradizione di un'altra regione: la Toscana.
Per me che non amo tanto i dolci — detto dalla figlia di un bravo pasticcere è il colmo! — la schiacciata con l'uva è perfetta: è morbida ma si sente sotto i denti, è dolce ma il salato dell'impasto e il sapore piccante e leggermente acido dell'olio extravergine esaltano il sapore e la dolcezza dell'uva senza renderla stucchevole.

Numero di persone: 8
mustazzeddu o canteddu sardo
0.00 (0 voti)

Su mustazzeddu o canteddu è una focaccia farcita con pomodoro fresco, olio extravergine di oliva, aglio e basilico tipica della mia zona di origine, il sulcis iglesiente. Nei forni della mia zona si trova durante tutto l'anno, ma come si può capire dai suoi ingredienti il periodo migliore per gustarlo è la stagione estiva.

Numero di persone: 1
Numero di pezzi: 1 da circa 35 cm
0.00 (0 voti)

Quando ieri ho preparato questa focaccia non avevo in mente di scrivere la ricetta per il blog, poi visto che è venuta particolarmente carina e buona ho pubblicato una foto su un noto gruppo Facebook e in tantissimi mi hanno chiesto la ricetta per cui ho deciso di metterla anche qui. Si tratta di una focaccia molto semplice, croccante all'esterno e morbida all'interno ottima sia mangiata da sola sia farcita o accompagnata da affettati e formaggi.

Numero di persone: 1
Tempo: 12h
Numero di pezzi: 2
0.00 (0 voti)

Ieri mattina mi sono svegliata presto con la voglia di impastare ma anche di mangiare alla svelta quello che avrei preparato. Scartate tutte le ricette con tempi di lievitazione biblici, ho deciso di fare i bagels, i famosi panini col buco di origine polacca che ormai, grazie a film e serie tv americani, penso conosciamo tutti.
È un tipo di pane che mi piace molto perché è versatile: è buono sia farcito sia mangiato da solo e basta cospargere la superficie dei panini con erbe, spezie e semi vari per avere tanti gusti con un unico impasto. 

Numero di persone: 1
Tempo: 5/6 h
Numero di pezzi: 10
0.00 (0 voti)

Un'ottima occasione per sperimentare il sale affumicato, un ingrediente tipico danese e interessantissimo per gli amanti dei sapori forti! Ricetta semplice e perfetta come secondo, accompagnata da un po' di formaggi e sottaceti, o come spuntino. Ottima anche per impiegare qualche patata e un po' di cicoria magari avanzate da altre ricette!

Numero di persone: 6
Tempo: 1h

Bongusta.it All Rights Reserved.